PIEDE DIABETICO

Piede Diabetico: i piedi sono le parti del corpo più vulnerabili per le complicanze diabetiche

Settori di particolare interesse sono inoltre la patologia cronica a partire dal piede ulcerato, la patologia osteomielitica, il trattamento conservativo e chirurgico della neuroartropatia di Charcot.

Recentemente è stata messa a punto una nuova tecnica di rivascolarizzazione del piede diabetico che consente di evitare, in molti casi, l’amputazione.


Il Piede Diabetico è una complicanza del Diabete mellito sia di tipo 1 che di tipo 2, che colpisce circa il 15 per cento dei pazienti diabetici. Fino al 50 per cento dei diabetici affetti da piede diabetico va tuttoggi ancora incontro ad una amputazione, maggiore (a livello della gamba, sopra o sotto il ginocchio) o minore (al di sotto della caviglia).

Alla base delle lesioni che possono insorgere sui piedi dei soggetti diabetici vi è senza dubbio la neuropatia diabetica sensitivo-motoria, che comporta da una parte una alterata sensibilità agli stimoli nocivi e dolorosi e dall’altra delle deformità secondarie ad alterato funzionamento muscolare. Questa situazione porta alla formazione di importanti callosità sulle zone più esposte del piede (creste ossee), a causa di microtraumatismi ripetuti provocati dalla deambulazione e dal conflitto con le calzature. L’assenza di sensibilità dolorosa fa sì che i pazienti non si allarmino e tendano a trascurare la situazione. Il callo, a poco a poco, tende a ulcerare la cute sana sottostante, determinando lesioni più o meno gravi, a cui si può sovrapporre l’infezione.


Quando una persona scopre di essere affetta da diabete mellito, attraverso il Medico curante e/o il Diabetologo della propria Azienda Sanitaria viene messo al corrente del decorso della malattia, dei modi di curarla e del rischio che non curandosi o trascurando alcune situazioni si possano sviluppare le complicanze.

Alla base dell’insorgenza del piede diabetico vi sta soprattutto la neuropatia diabetica. Tale condizione è quasi sempre prevenibile mantenendo ottimale il compenso glicemico. Poiché però qualche volta, anche con compenso glicemico adeguato, la neuropatia si sviluppa comunque, è importante che il diabetico metta in atto fin dall’insorgenza del diabete stesso alcune procedure di prevenzione.

POTETE CONTATTARCI TELEFONICAMENTE PER UN APPUNTAMENTO CON IL PRIMARIO

del reparto Piede Diabetico del Policlinico di Abano Terme

 0434-540226